<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1126676760698405&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Recupero di alluminio: la qualità sostenibile dei radiatori eco-friendly

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email
Recupero di alluminio
L'attività di Radiatori 2000 S.p.A. rappresenta l’ultima fase di un processo di economia circolare perfetta

ll riciclo dell’alluminio è un’attività particolarmente importante per l’economia del nostro Paese. In ambito produttivo è cruciale – anche e soprattutto in ottica di sostenibilità – recuperare e valorizzazione l’alluminio da rottame.

Il tema sta particolarmente a cuore a Radiatori 2000 S.p.A., società che, da oltre 20 anni, opera come top player nel mercato dei radiatori pressofusi in alluminio, combinando qualità ed estetica. L’azienda fa parte del Gruppo Fecs, sistema verticalizzato e tra i principali attori a livello mondiale nel recupero, trattamento e valorizzazione dell’alluminio da scarti.

Non a casa, qualità e salvaguardia ambientale sono i pilastri aziendali: tutti i radiatori sono eco-friendly, prodotti esclusivamente in alluminio riciclato e, a sua volta, riciclabile all’infinito.

 

Il recupero e la valorizzazione dell’alluminio da rottame

La forza di Radiatori 2000 e del gruppo Fecs è da sempre il recupero e la valorizzazione dell’alluminio da rottame. La coscienza individuale, unita alla capacità industriale di recuperare l’alluminio, consentono di ridurre del 95% le emissioni di CO2 in atmosfera altrimenti necessarie per la produzione di questa materia prima, estraendola direttamente dalla natura.

In un’ottica di economia circolare, le imprese come Radiatori 2000 puntano a crescere senza fare affidamento sull’estrazione e sul consumo di risorse naturali, senza sprecare energia, senza generare un flusso costante di prodotti che finiscono in discarica o danneggiano l’ambiente in altro modo: una strada maestra per preservare al meglio il Pianeta.

Colata di alluminio da recupero materiale

All’interno del Gruppo Fecs sono 160.000 le tonnellate di alluminio riciclate ogni anno e 300.000 le tonnellate di CO2 non emesse nell’atmosfera. Per riconvertire in ossigeno questa quantità di anidride carbonica, sarebbero necessari circa 450.000 alberi.

 

 

 

Che ruolo nell’economia circolare?

Partendo dai materiali riciclati dalla raccolta differenziata o al recupero di componentistica di automobili o elettrodomestici, Radiatori 2000 rappresenta l’ultima fase di un processo di economia circolare perfetta che permette la re-immissione nel mercato di materia prima alluminio totalmente recuperata.

I numeri del gruppo Fecs sono 160.000 tonnellate di alluminio riciclate ogni anno e 300.000 tonnellate di CO2 non emesse nell’atmosfera

Ciascuna parte del processo produttivo è volta a proporre al mercato prodotti a basso impatto ambientale e con un elevato contenuto innovativo.

La sostenibilità e l’ottimizzazione dei processi produttivi in ottica di minor impatto ambientale sono da sempre i capisaldi di Radiatori 2000, azienda in costante evoluzione e continua ricerca di nuove pratiche per garantire una produzione efficiente nel massimo rispetto ambientale.

 

 

Qualità e certificazioni

Qualità ed efficienza sono dimostrate dalla costante attenzione a ogni fase di lavorazione e dai severi controlli qualitativi e test di tenuta svolti per singolo radiatore prodotto.

Questo ha permesso a Radiatori 2000 di ottenere i migliori risultati in termini di certificazioni ambientali e di qualità; in particolare, la società ha acquisito la certificazione ISO 14001 sui sistemi di gestione ambientale.

Dalla scelta dei materiali fino all’assemblaggio, tutto è frutto di accurate ricerche per garantire il miglior prodotto sul mercato.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

css.php

Benvenuto!

Accedi al tuo account

Non sei ancora registrato?