<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1126676760698405&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Manuela Lozza

Acea

Acea promuove la divulgazione ecologica

Più di cento iniziative organizzate sul territorio per sensibilizzare ai temi della decarbonizzazione, della tutela della risorsa idrica, dell’economia circolare, della biodiversità, della mobilità sostenibile e a tutti gli altri aspetti della sostenibilità

> Continua a leggere
Quanto impatta il Gpl?

Quanto impatta il Gpl?

Una ricerca commissionata da Assogasliquidi al gruppo Aware del Politecnico di Milano ha messo in luce la sostenibilità della filiera. Lo studio ha riguardato sia il settore domestico sia quello industriale

> Continua a leggere
Biomasse solide

Biomasse a regime ridotto

I vantaggi più importanti sono due: il riutilizzo degli scarti secondo il modello dell’economia circolare e la programmabilità. Per quanto riguarda il primo aspetto, bisogna considerare che si tratta dell’ultimo anello del processo di lavorazione del materiale raccolto dalle attività di manutenzione di boschi o campi agricoli. Ma per sfruttare appieno le potenzialità offerte occorrerebbe una politica lungimirante che al momento sembra latitare

> Continua a leggere
Distribuzione e transizione ecologica

Distribuzione e transizione ecologica

Una serie di accordi promossi Federdistribuzione ha l’obiettivo di utilizzare una rete commerciale già ramificata sul territorio per rafforzare la decarbonizzazione del nostro Paese. In prima fila, ma non solo, la strategia per ampliare con Enel i punti di ricarica a supporto della mobilità elettrica

> Continua a leggere
Energy of things

Energy of things: cooperare riduce i consumi

La piattaforma Equigy , nata dalla collaborazione tra alcuni dei principali operatori di trasmissione europei (Terna per l’Italia), grazie a un approccio decentralizzato e basato su tecnologia blockchain, consente la partecipazione al mercato dei servizi di più sistemi e impianti di diversa taglia, domestici e industriali, distribuiti sul territorio, per modulare e bilanciare le richieste di energia sulla rete

> Continua a leggere
Una normativa tecnica che unisce

Una normativa tecnica che unisce

Dal vertice internazionale sugli standard una linea comune: non esistendo un “ordine mondiale legislativo” è possibile ricorrere a un unico referente: l’ISO. Obiettivo: puntare con decisione al 2030. Il punto di vista di UNI

> Continua a leggere
Pompe di calore

Pompe di calore: una tecnologia in prima linea

Il PNIEC italiano prevede una riduzione dei consumi al 2030 pari al 43% dell’energia primaria e al 39,7% di quella finale. E questo è possibile solo con un massivo intervento di riqualificazione energetica degli edifici esistenti. Le pompe di calore possono essere uno strumento efficace per raggiungere lo scopo, come spiega Baxi Spa

> Continua a leggere
Torino motore dell'idrogeno

Torino motore dell’idrogeno

Un accordo fra Università degli Studi e Politecnico punta a sviluppare progetti che sfruttino in pieno le potenzialità del gas.  L’impegno degli atei non è storia di oggi, ora però si è deciso di spingere sull’acceleratore. Obiettivo: realizzare un Polo nazionale di ricerca per essere di supporto ad aziende e istituzioni

> Continua a leggere
Mobilità elettrica

Mobilità elettrica: servono le infrastrutture

La sensibilità al tema è di sicuro aumentata negli ultimi anni e a esprimerla sono sia le aziende sia i consumatori privati. Ma mentre l’Europa corre, l’Italia insegue. I motivi li spiega Gaetano Belluccio, managing director e-mobility di FIMER. Come recuperare terreno? Rendere più veloce ed economico il “rifornimento”. E aumentando la capillarità dei punti di ricarica. Senza dimenticare l’ambito domestico

> Continua a leggere
css.php