Quanto sono verdi le nostre città?

Husqvarna si è fatta promotrice di un’iniziativa assolutamente attuale per vigilare sulla qualità e sulla salute degli spazi verdi nelle città di tutto il mondo attraverso una puntuale rilevazione a livello globale

Quanto sono verdi le nostre città? Le immagini acquisite dai satelliti dell’Agenzia spaziale europea dicono che negli ultimi 5 anni le aree cittadine dedicate al verde sono cresciute del 35%, per un totale di 1,8 miliardi di metri quadrati di “nuovo verde”, mentre lo stato di salute globale del verde è passato da 0.57 a 0.63.

Lo stato di salute della vegetazione urbana viene monitorato attraverso il rilevamento NDVI che indica, su una scala da 0 a 1, l’assorbimento di luce visibile e non visibile.

Il verde urbano si è rivelato, in particolar modo in questi momenti di restrizioni dovute alla pandemia, “un’ancora di salvataggio” per i cittadini che hanno ritrovato nei parchi e nei giardini pubblici i luoghi in cui riprendere in sicurezza i rapporti sociali perduti. Ma il verde rimane sempre e comunque una chiave importantissima per il benessere psicofisico dell’essere umano.

Tra le capitali europee, Atene, Bruxelles, Budapest, Copenaghen e Riga hanno mostrato alcuni dei più alti tassi di mortalità collegati alla mancanza di spazi verdi. La raccomandazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) è quella di dare accesso a tutti gli uomini e donne ad almeno 0,5 ettari di verde e che questi siano ubicati entro almeno 300 metri dal luogo dove essi vivono. Soddisfare la raccomandazione dell’OMS per raggiungere un accesso universale allo spazio verde è davvero una questione vitale.

Husqvarna ha creato HUGSI per accrescere la consapevolezza tra i cittadini del valore che riveste il verde urbano, ma anche per dare un supporto concreto e matematico a chi si occupa di politica perché possa prendere decisioni avvalorate da dati scientifici.

HUGSI è un altro esempio di come l’azienda abbia sempre dedicato attenzione e impegno per la tutela della natura, delle persone e dei luoghi da vivere.

 

Come funziona HUGSI?

I dati rilevati attraverso l’immagine satellitare vengono acquisiti dal progetto Copernicus supportato dalla Commissione Europea e dalla Agenzia Spaziale Europea (ESA). I dati vengono poi processati e ad ogni città viene attribuito un punteggio.

HUGSI (Husqvarna Urban Green Space Index) indaga la quantità e la salute degli spazi verdi nelle città di tutto il mondo e per poter confrontare i dati sono stati creati sei fattori chiave di prestazione (detti KPI): percentuale di spazio verde urbano, spazio verde urbano pro capite, percentuale di spazio cittadino coperto da alberi, stato medio di salute del verde urbano, distribuzione dello spazio verde urbano, percentuale di spazio cittadino coperto d’erba.

Clicca qui per iscriverti alla newsletter di Transizione ecologica Italia: è gratis!

Quali prospettive?

In media si è registrato un leggero calo globale di spazio verde cittadino: -0,08% di vegetazione in meno nel 2020 rispetto al 2019. Nel complesso però, il processo ha subito un rallentamento.

Tuttavia la buona notizia è che negli ultimi cinque anni la percentuale di copertura verde è cresciuta dal 34% al 35%, ci sono oggi 1,8 billioni di mq in più di vegetazione.

La classifica delle città più verdi vede al primo posto Charlotte, in North Carolina, con un indice di copertura verde urbana del 73% per la parte popolata, percentuale composta per il 56% da alberi e per l’11% da prati e con 557 mq di spazi verdi pro capite; al secondo Durban, in Sud Africa. Milano e Roma si collocano rispettivamente all’80esimo e all’85esimo posto. Venezia 76ma a livello globale presenta una percentuale di verde urbano pari al 37%, il 25% composto di alberi e il 12% di prato, con 118,8 metri quadrati di verde pro capite.

Per la città di Charlotte, eletta Global Green Model City negli ultimi due anni, il verde è una vera missione: la città del North Carolina ha messo infatti in piedi molti progetti pensati per coinvolgere la comunità, i cittadini, le aziende e le organizzazioni nella cura e nell’implementazione delle aree verdi.

Per Husqvarna è davvero importante fare la differenza aiutando coloro che operano nel settore del verde a plasmare gli spazi urbani cercando sempre di fare la differenza con soluzioni sostenibili e incentrate sull’uomo.

 

Husqvarna: un breve profilo

Husqvarna è un marchio di Husqvarna Group, il più grande produttore al mondo di attrezzature per la cura di boschi, parchi e giardini, tra cui motoseghe, decespugliatori, tagliaerba, trattorini, rider e robot tagliaerba.

I prodotti Husqvarna sono venduti in più di 100 paesi, principalmente attraverso i Rivenditori Autorizzati. In Italia il marchio Husqvarna è distribuito da Fercad SPA, via Retrone 49, Altavilla Vicentina (VI).

Lascia un commento

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome

css.php