<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1126676760698405&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Premio Impresa Ambiente: quando l’innovazione è sostenibile

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email
Premio Impresa Ambiente
Fattoria Triboli e Irsap S.p.a. sul podio per la categoria "Miglior gestione per lo sviluppo sostenibile"

Il Premio Impresa Ambiente è il più alto riconoscimento italiano per le imprese che contribuiscono alla sostenibilità ambientale e attuano la responsabilità sociale nel corso della propria attività produttiva.
La prima edizione risale al 2006, fino ad oggi sono state premiate 37 aziende, 6 giovani imprenditori e dirigenti d’azienda under 40.

Il Premio Impresa ambiente, un tempo porta di accesso all’EBAE (European Business Awards for the Environment), è ora il principale Premio Italiano per le imprese private e pubbliche che si siano distinte in un’ottica di Sviluppo Sostenibile, Rispetto Ambientale e Responsabilità Sociale. Nel tempo il premio si è evoluto, rispondendo alle mutevoli sfide della società -in particolare le emergenze climatiche e ambientali- promuovendo le imprese e le soluzioni green. Queste soluzioni sono fondamentali per l’attuazione del Green Deal europeo, che rappresenta una delle sei priorità della Commissione europea, come sottolineato dalla stessa Paola Migliorini, Vicecapo unità produzione, prodotti e consumi sostenibili, Direzione Generale Ambiente della Commissione Europea durante la cerimonia di premiazione, che ha confermato come “Il Patto Verde” sia a tutti gli effetti politica industriale e si configuri oggi tra le priorità dell’UE.

Struttura del premio

La strutturazione del Premio prevede 5 categorie di partecipazione:

Categoria 1 La migliore gestione per lo sviluppo sostenibile sottocategoria micro e piccole imprese

La migliore gestione per lo sviluppo sostenibile sottocategoria medie e grandi imprese

Categoria 2 Il miglior prodotto o servizio per lo sviluppo sostenibile
Categoria 3 Il miglior processo/tecnologia per lo sviluppo sostenibile
Categoria 4 La migliore cooperazione per lo sviluppo sostenibile
Categoria 5 Miglior contributo imprenditoriale alla biodiversità

 

A queste si aggiungono due riconoscimenti ulteriori:

Premio Speciale “Giovane Imprenditore” Il riconoscimento, introdotto in occasione della terza edizione del Premio Impresa Ambiente, è riservato a titolari o dirigenti d’impresa under 40 in concorso per una delle cinque categorie, che si siano distinti per spiccate capacità imprenditoriali, innovazione ed attività di ricerca dedicati allo sviluppo eco-sostenibile
Premio Speciale

“Start-up innovativa”

Di nuova introduzione, è il riconoscimento riservato ad imprese che sono qualificate come start-up innovativa ai sensi dell’art. 25 comma 2 del Decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179 “Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese” in concorso per una delle categorie del Premio, che si siano distinte per progetti altamente innovativi e di ricerca dedicati allo sviluppo eco-sostenibile

 

 

L’edizione 2021-2022

Come per la scorsa, anche la IX edizione del Premio Impresa Ambiente è stata promossa in Italia dalla Camera di Commercio di Venezia Rovigo, con la collaborazione di Unioncamere e il patrocinio del Ministero della Transizione Ecologica. Vi hanno partecipato imprese provenienti da 13 regioni italiane, con 74 candidature, di cui 33 sono stati i progetti che hanno concorso anche per i premi speciali.

Quest’anno si è potuti tornare a celebrare in presenza le aziende vincitrici con una cerimonia che si è svolta presso la Sala Apollinea del Teatro La Fenice di Venezia. Il tutto è stato condotto dall’esperta giornalista Maria Pia Zorzi che ha ben diretto il susseguirsi delle diverse voci sul palco tutte volte a ribadire come le imprese stesse giochino un ruolo centrale nello sviluppo sostenibile, rispetto ambientale e Responsabilità Sociale nel solco degli obiettivi di sviluppo sostenibile di cui all’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

Utilizzando le parole del Presidente della CCIAA di Venezia Rovigo, Massimo Zanon, possiamo sottolineare come “i progetti premiati ci restituiscono uno spaccato importante del tessuto imprenditoriale italiano che crede con ottimismo al futuro economico del Paese. Si tratta di progetti che raccontano un’Italia diversa, sostenibile, attenta all’ambiente e alla società”.

Le aziende premiate nella categoria 1  “ Miglior Gestione”

La categoria 1 è riservata alle aziende eccellenti con una visione strategica ed un sistema di gestione in grado di assicurare un miglioramento continuo ed un costante contributo allo sviluppo sostenibile: le aziende devono dimostrare di avere chiaramente integrati nella mission aziendale e nelle politiche dell’organizzazione gli aspetti ambientali, economici e sociali di sostenibilità.

Come giustamente ha sottolineato il Prof. Marco Frey Presidente della Giuria del Premio, sono imprese che necessariamente intervengono con una prospettiva di lungo periodo, che devono esser capaci di una visione, di un commitment che parte dal vertice dell’azienda e stimola l’introduzione di processi innovativi che poi diventano elementi di competitività per l’azienda.

Tenuto conto delle diverse sfide cui si trovano di fronte le imprese e in considerazione della loro dimensione, questa categoria è strutturata in due sottocategorie: un premio viene assegnato ad un’impresa rientrante nelle definizioni di micro o piccola impresa, e un altro premio viene assegnato ad un’impresa rientrante nella definizione di media o grande impresa

 

Premio Impresa AmbienteAlla Fattoria Triboli Società Semplice Agricola di Impruneta (FI) è stato assegnato il premio per la categoria “Miglior Gestione” (micro e piccole imprese). Fattoria Triboli è un’azienda agricola biologica situata sulle colline di Impruneta, nel cuore della Toscana. Il loro obbiettivo è contribuire allo sviluppo di una società che sia più consapevole grazie anche alla produzione sostenibile dei loro prodotti. La Fattoria Triboli è una Purpose Driven Business che ha abbracciato la strategia “dal produttore al consumatore” per un sistema alimentare equo, sano e rispettoso dell’ambiente e che persegue sistemi sostenibili, riconoscendo i legami inscindibili tra persone sane, società sane e un pianeta sano.

Sono proprio loro i vincitori della categoria “Miglior gestione” grazie a un piano in sette azioni avviato nel 2019 che ha l’obiettivo di rendere l’azienda pienamente sostenibile a livello ambientale, sociale ed economico, abbracciando la strategia “dal produttore al consumatore” per un sistema alimentare equo, sano e rispettoso dell’ambiente. Dalla produzione dell’olio extra vergine di oliva, alle uova, al miele da Apicoltura Bee-Friendly, passando per i formaggi vegani e il sapone naturale, tutto nella fattoria è biologico. Lo zero waste è un’altra delle azioni applicate dall’azienda attraverso la riduzione quasi totale (zero) di sprechi e rifiuti (waste).

Motivazione della giuria

Fattoria Triboli dimostra di avere tradotto la sostenibilità nelle tre dimensioni: quella sociale, quella economica e quella ambientale; lo ha fatto attuando iniziative di coinvolgimento degli stakeholders locali come “Fattoria aperta” e “Fattoria sociale”, puntando sulla filiera corta che, in attuazione della strategia “dal produttore al consumatore“ contenuta nel Green Deal, permette un contatto diretto fra produttore e consumatore e,  infine, migliorando ulteriormente la qualità dei propri prodotti per espandere la quota di mercato. Un impegno, quello verso la sostenibilità, chiaramente ricompreso nella strategia aziendale che viene strutturata in sette azioni.

***

Premio Impresa AmbientePer la sezione medie e grandi imprese della categoria “Miglior Gestione” il premio è andato invece alla IRSAP S.p.a. azienda di Arquà Polesine (RO) leader nella produzione di radiatori per il riscaldamento domestico, sistemi di ricambio dell’aria e domotica applicata al riscaldamento. L’obiettivo dell’azienda è “Creare il Clima ideale per far crescere al meglio il nostro futuro”. Migliorare la qualità della vita all’interno di ogni tipologia di ambiente attraverso prodotti, sistemi e servizi innovativi prestando massima attenzione alle esigenze dell’uomo e nel rispetto dell’ambiente, questa è la mission di IRSAP.

Grazie al progetto “iGreen”, un gruppo di 15 persone interne all’azienda ha volontariamente deciso di schierarsi in prima linea per dare il proprio contributo concreto alla salvaguardia dell’ambiente. A cadenza mensile i partecipanti si riuniscono e ciascuno di essi è libero di presentare una o più idee e progetti che potrebbero avere un impatto migliorativo sull’ambiente. Ciascuna proposta viene discussa e sottoposta a votazione, per definire a quale dare concreta attuazione. Grazie a questo progetto Irsap ha redatto il suo primo Report di sostenibilità.

 

Motivazione della giuria

IRSAP ha dimostrato una piena consapevolezza del significato di ‘Responsabilità sociale delle imprese’, consapevolezza raggiunta attraverso la realizzazione di una lunga serie di progetti e attività di largo respiro, attraverso relazioni intraprese e coltivate da tempo con il territorio e con gli stakeholders. Il progetto IGREEN, votato alla sostenibilità, testimonia la visione strategica di IRSAP che, con un approccio bottom-up e il coinvolgimento diretto dei dipendenti – a carattere volontario-, ha attivato internamente un generatore di idee e progetti di salvaguardia dell’ambiente: le idee e le proposte elaborate dal gruppo di lavoro vengono poi sottoposte a votazione, per definire a quali dare concreta attuazione.

 

***

 

Per maggiori informazioni:  https://www.premioimpresambiente.it/edizioni/edizione-ix/

Per il video della cerimonia di premiazione: https://www.youtube.com/watch?v=UMroHIteNQ8

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

css.php

Benvenuto!

Accedi al tuo account

Non sei ancora registrato?