<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1126676760698405&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Pannelli fotovoltaici incentivati: nuove istruzioni

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email
Pannelli fotovoltaici incentivati
Sul sito del Mite la nuova versione delle istruzioni operative per la gestione e lo smaltimento delle unità in conto energia

(Pannelli fotovoltaici incentivati: nuove istruzioni)

È online dall’8 agosto 2022 la nuova versione delle istruzioni operative per la gestione e lo smaltimento dei pannelli fotovoltaici incentivati in conto energia. Il ministero della Transizione ecologica, con decreto direttoriale ha recepito quanto disposto dalla legge n. 233/2021 «Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 6 novembre 2021, n. 152, recante disposizioni urgenti per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e per la prevenzione delle infiltrazioni mafiose».

Particolarmente importanti sono le nuove disposizioni concernenti le trattenute applicate dal Gse e l’adesione dei produttori di pannelli ai consorzi di filiera, a garanzia della copertura dei costi di gestione del fine vita, così come richiesto dal principio Epr o della responsabilità estesa del produttore.

In particolare, sono disciplinate le modalità e le tempistiche con cui i soggetti responsabili degli impianti possono esercitare l’opzione introdotta dal D.Lgs. n. 118/2020 [art. 1, comma 1, lettera c)]. Quest’ultimo, con l’obiettivo di razionalizzare le disposizioni vigenti per i Raee da fotovoltaico, ha previsto che, per i pannelli incentivati ed installati precedentemente l’entrata in vigore della disposizione in oggetto, relativi al conto energia e per i quali è previsto il trattenimento delle quote (art. 40, comma 3, D.Lgs. n. 49/2014), si possa prestare la garanzia finanziaria nel trust di uno dei sistemi collettivi riconosciuti.

La quota trattenuta dal Gse, definita secondo criteri di mercato e sulla base dei costi medi sostenuti dai sistemi collettivi di gestione dei Raee, è pari a un valore di 10 €/pannello per qualsiasi tipologia di Raee fotovoltaico, domestico o professionale.

Laddove si intenda esercitare l’opzione di cui sopra e prestare la garanzia finanziaria dell’importo definito in 10 €/modulo, a un sistema collettivo, il soggetto responsabile, dopo aver verificato la correttezza dei dati dell’impianto fotovoltaico presenti sul portale «Gestione componenti di impianto e quote RAEE» del Gse, dovrà inviare apposita documentazione, rintracciabile nelle stesse istruzioni operative.

Da segnalare, infine, che per coloro che, iscritti a un sistema collettivo, abbiano già versato la garanzia finanziaria, è previsto che la debbano adeguare all’importo della trattenuta stabilita dal Gse, pari – come segnalato – a 10 € per ogni singolo modulo, per la completa gestione del loro fine vita.

(Nuove istruzioni operative fotovoltaico incentivato – art. 40, D.Lgs. n. 49/2014 e art.1, D.Lgs. n. 118/2020)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

css.php

Benvenuto!

Accedi al tuo account

Non sei ancora registrato?