Mobilità smart targata ABB

Il nuovo stabilimento di San Giovanni Valdarno è la testimonianza dell’impegno di ABB E-mobility sul terreno della sostenibilità. Obiettivo: no alle emissioni climalteranti, con soluzioni di ricarica intelligenti e affidabili per tutte le tipologie di veicoli elettrici

Mobilità smart targata ABB.
A San Giovanni Valdarno (Arezzo), ABB E-mobility ha inaugurato il suo più grande impianto in Italia per la produzione di stazioni di ricarica a corrente continua. Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana, e la sindaca, Valentina Vada, hanno partecipato al simbolico taglio del nastro del sito produttivo, già attivo da qualche mese.

Mobilità smart targata ABB
Stefano Chieregato

«In meno di due anni dalla posa della prima pietra – spiega Stefano Chieregato (nella foto), Plant Manager, ABB E-mobility – e nonostante la pandemia, il nuovo stabilimento lavora a pieno regime. Al suo interno accoglie tutte le attività necessarie a realizzare un ciclo di produzione completo, confermando la propensione del Gruppo nello sviluppo della mobilità elettrica».
Con il nuovo stabilimento all’avanguardia dal punto di vista industriale, tecnologico e ambientale, ABB E-mobility ha rafforzato la propria posizione di leader mondiale nei sistemi di ricarica. Nel sito toscano sono infatti prodotti tutti i modelli di stazioni ricarica a corrente continua, che supportano l’elettrificazione di ogni veicolo per il trasporto pubblico e privato.

MOBILITÀ SMART TARGATA ABB: LEADERSHIP TECNOLOGICA

ABB E-mobility vanta già oltre oltre 680 mila stazioni di ricarica per veicoli elettrici, vendute in più di 85 paesi. Il nuovo stabilimento raddoppia la capacità produttiva del gruppo con prodotti di alta gamma, come la stazione di ricarica in corrente continua Terra 360.

Si tratta dell’ultimo prodotto sviluppato da ABB, già in fabbricazione al ritmo di uno ogni 20 minuti. È stato concepito per ricaricare fino a quattro veicoli contemporaneamente, indipendentemente dalla tipologia di parcheggio, in modo da essere utilizzato come sostituto una pompa di benzina.

Grazie alla componentistica miniaturizzata Terra 360 è possibile erogare la potenza necessaria alla ricarica veloce – in meno di tre minuti, si può garantire a una e-car la ricarica per percorrere 100 chilometri – massimizzando l’utilizzo della stazione e riducendo in modo sostanziale il tempo di ritorno dell’investimento.

«Vogliamo costruire un futuro a zero emissioni – afferma Francesco Mennucci (nella foto), Global ABB E-mobility Division Operations & Service Manager, ABB E-mobility – L’apertura dello stabilimento a San Giovanni Valdarno è un segno tangibile del nostro impegno. Lavoriamo per offrire le migliori soluzioni di mobilità elettrica, per un presente e un futuro sempre più sostenibili».

Francesco Mennucci

MOBILITÀ SMART TARGATA ABB: C’È SPAZIO ANCHE PER LA RICERCA

Oltre a incrementare la capacità produttiva, lo stabilimento fornirà anche un ulteriore slancio all’attività di ricerca e sviluppo: «Il nuovo sito costituisce un importantissimo passo in avanti per l’elettrificazione di tutti i settori del trasporto – afferma Antonio de Bellis (nella foto), ingegnere, E-mobility Lead manager per ABB Italia – Si tratta di un vero e proprio centro di eccellenza per la mobilità elettrica, risultato di un investimento di 30 milioni di dollari». Alla domanda: come si sta evolvendo la domanda di stazioni di ricarica, in Italia e nel mondo?

«Ci attendiamo uno tsunami: oggi osserviamo l’acqua che si ritira, ma a breve arriverà un’onda gigantesca di richieste, indotta sia dal convinto orientamento verso le e-car da parte dei produttori di automobili, sia dalle recente decisione dell’Unione Europea che ha fissato la fine della commercializzazione dei veicoli a combustione interna al 2035».

E in merito alle innovazioni tecnologiche che promuoveranno la diffusione delle stazioni di ricarica Antonio de Bellis disegna lo scenario prossimo futuro: «Dal punto di vista della customer experience – dice –  il salto di livello avverrà con il sistema “plug&charge.” Si tratta di un metodo di autenticazione delle sessioni di ricarica che mette in comunicazione diretta la stazione e l’auto, limitando l’intervento umano al minimo e rendendo la ricarica estremamente semplice e accessibile».

Antonio de Bellis

Il sito produttivo ai raggi X

Inaugurato il 21 giugno 2022, lo stabilimento ABB E-mobility è un centro di eccellenza mondiale per ricerca e sviluppo, progettazione, ingegnerizzazione e produzione di sistemi di ricarica in corrente continua per auto, bus e mezzi di trasporto pesante elettrici, che occupa più di 500 persone fra cui 70 tecnici per la sola area R&D.

Al suo interno sono presenti sette linee di produzione e 15 linee di test, che possono simulare oltre 400 sessioni di ricarica al giorno. Grazie alle soluzioni di automazione integrate che collegano l’officina al magazzino automatico, la capacità produttiva è di circa 10 mila unità all’anno per l’intera gamma di stazioni di ricarica DC, destinate al mercato europeo (45%), Usa (40%) e al resto del mondo. Realizzato secondo principi eco-sostenibili, l’edificio sarà certificato LEED rating Gold e, come tutti i siti ABB italiani, utilizza esclusivamente energia da fonte rinnovabile certificata, con il contributo aggiuntivo di un campo fotovoltaico (720 MWh all’anno) installato sulla copertura. Sono presenti anche 68 stazioni di ricarica AC e 14 stazioni DC a supporto della flotta elettrica aziendale, che diventeranno 191 entro la fine del 2022. La distribuzione elettrica del sito è ottimizzata anche grazie ad ABB Ability TM Energy e Asset Manager, una piattaforma che monitora e gestisce in modo efficiente oltre 9 mila dispositivi (tra cui termoregolazione, illuminazione e trattamento dell’aria), con un potenziale risparmio energetico del 60% rispetto alle soluzioni tradizionali. (G.L.F.)

 

Lascia un commento

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome

css.php