<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1126676760698405&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Installazioni temporanee: quando il noleggio è sostenibile

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email
Installazioni temporanee
Quali sono le strategie green per conciliare le esigenze di sostenibilità con la continuità energetica?

Da oltre 50 anni Aggreko affianca le aziende dei comparti più disparati spaziando dall’agricoltura, al settore alimentare, dall’industria petrolifera, estrattiva, navale, edile, farmaceutica fino al settore sanitario e delle comunicazioni – con l’obbiettivo di aiutarle a migliorare la produzione, gestire il fabbisogno di energia temporanea e pianificare le emergenze. In che modo? Attraverso un articolato servizio di noleggio di impianti e attrezzature sia per il raffreddamento stagionale delle attività locali, sia per l’alimentazione elettrica di grandi progetti. La multinazionale, presente in tutto il mondo con 180 sedi e specializzata nell’offerta di sistemi per la produzione di energia, il raffreddamento, il riscaldamento e la deumidificazione, fornisce attrezzature a noleggio per elettricità on demand nel pieno rispetto dell’ambiente. In epoca di transizione ecologica, Aggreko ha sviluppato una serie di soluzioni innovative per favorire, da un lato, efficienza elevata e, dall’altro, maggiore sostenibilità e riduzione delle emissioni.

 

LA BATTERIA? È SMART

Installazioni temporanee
Soluzione ibrida batteria e generatore diesel con fuel tank di Aggreko

Molto interessante è, per esempio, l’offerta di una nuova gamma di unità di accumulo di energia in batterie intelligenti. Si tratta di sistemi che, grazie a una tecnologia all’avanguardia, possono ridurre il tempo di funzionamento dei generatori, abbattendo così le emissioni, oltre ai livelli di rumore e ai costi operativi e di manutenzione. Queste soluzioni di accumulo sono completamente integrate e plug-and play e garantiscono un’alta efficienza del sistema. Ciascun componente è stato ottimizzato per fornire prestazioni elevate, ridurre al minimo i costi operativi e diminuire le emissioni di anidride carbonica.

Esistono diverse versioni di batterie smart a disposizione della clientela e tutte dispongono di un modulo di controllo dell’energia intelligente integrato che comunica con il generatore. La gamma spazia da batterie da 45kVA a 1MVA, con accumuli da 55 kWh a 1 MWh.

 

HVO: IL BIOCARBURANTE RINNOVABILE

Sempre in tema di sostenibilità, Aggreko propone anche una flotta di generatori con combustibile rinnovabile HVO, un biocarburante rinnovabile e di alta qualità che consente di ridurre drasticamente le emissioni di anidride carbonica e di contenere in modo significativo quelle di monossido di azoto e particolato. L’HVO prodotto al cento per cento da materie prime di scarto presenti in natura può essere utilizzato sui generatori Aggreko dell’intera flotta diesel, senza bisogno di speciali precauzioni. Inoltre, come carburante drop in può essere utilizzato in qualunque motore, sistema di distribuzione e infrastruttura di rifornimento, senza che siano necessarie ulteriori modifiche e variazioni; in pratica, viene gestito e stoccato come un combustibile tradizionale, anzi con maggiore facilità di stoccaggio rispetto al diesel, perché presenta meno rischi di contaminazione nei lunghi periodi.

L’HVO viene fornito da Aggreko anche attraverso un servizio di gestione del carburante, che permette di non doversi fare carico della gestione dell’approvvigionamento. Con la valutazione e il monitoraggio a distanza del consumo, quando un serbatoio raggiunge il livello concordato, viene subito rifornito.

 

INNOVAZIONE ROBUSTA
Un altro prodotto innovativo è il generatore cofanato Tier4 / Stage V 600 kVA – con diesel o combustibile HVO – che si adatta a qualsiasi esigenza essendo commutabile da 50 a 60 Hz. Una soluzione che, oltre a garantire emissioni ridotte e conformi alle più recenti normative UE Stage V, offre altre caratteristiche innovative. Tra queste, il sistema di rilevamento arco voltaico e le feritoie di protezione anti-umidità che offrono una migliore protezione dei componenti interni del container dall’ambiente. Inoltre, la gamma di messaggi di avvertimento e i sistemi di spegnimento sul sistema di controllo proteggono il gruppo elettrogeno da danni elettrici e meccanici, contribuendo a identificare e correggere i guasti prima che si verifichino.

 

Il massimo del biocarburante

HVO è l’acronimo di hydrotreated vegetal oil, in italiano olio vegetale idrotrattato (o idrogenato). In pratica, è un carburante ottenuto da residui di oli vegetali e grasso animale che, in seguito a un processo di idratazione altamente controllato, vengono trasformati in un combustibile green di alta qualità, estremamente puro e uniforme, che soddisfa gli standard EN 15940.

Ma quali sono i vantaggi sul fronte dell’ambiente? Innanzitutto, HVO è completamente biodegradabile, atossico e inodore. Per la sua produzione si utilizzano soltanto scarti di materiali biologici: questo significa la garanzia di un impatto zero sull’approvvigionamento alimentare e la totale assenza di sostanze che contribuiscono alla deforestazione del pianeta. Il beneficio maggiore di questo combustibile green
resta, comunque, la riduzione significativa delle emissioni nocive: con il biodiesel HVO, infatti, si elimina fino al 90 per cento di anidride carbonica e si riducono
le emissioni di ossido di azoto (NOx) fino al 25 per cento, del particolato (PM) fino al 42 per
cento e del monossido di carbonio (CO) fino al 24 per cento

 

 

 

Via A. Einstein, 29

20090 Assago (MI)

Tel. +39 02 4840491

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

css.php