<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1126676760698405&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Etica e consumi: dalla normativa un supporto alla comunicazione dei risultati

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email
Etica e consumi
Il trend è evidente: l’85% di chi fa regolarmente acquisti dichiara un’attenzione focalizzata sui prodotti rispettosi dell’ambiente. Grande rilevanza assume, pertanto, il claim etico di un’azienda che valorizza i risultati raggiunti rispetto alle tematiche di sostenibilità come approvvigionamento locale, commercio equo e benessere animale, esprimendo sia le buone pratiche sia l’impegno al miglioramento continuo

Etica e consumi: dalla normativa un supporto alla comunicazione dei risultati. Oggi, il concetto di sostenibilità è, infatti, diventato un vero e proprio brand in grado di attirare l’attenzione dei consumatori, di orientarne le scelte e, progressivamente, di escludere o ridimensionare la partecipazione e le quote di mercato dei prodotti che non rispondono a questo nuovo trend.

In questo scenario, il concetto stesso di sostenibilità va oltre il perimetro dell’azienda e si estende lungo tutta la sua catena del valore. Un percorso all’interno del quale entra in azione, in diversi snodi, Bureau Veritas: per certificare il prodotto, verificare la tracciabilità e la sostenibilità lungo la supply chain e, non ultimo, validare la correttezza della comunicazione.

Validazione e verifica dei claim

L’interesse suscitato dalla Iso/Ts 17033 ha spinto l’ente di accreditamento nazionale, Accredia, a pubblicare una circolare (12/2020) nella quale si chiarisce la distinzione tra claim etici – oggetto della Iso/Ts 17033 – e payoff emozionali, tipicamente frasi associate a un determinato brand o prodotto che ne integrano e completano l’identità.

Un altro documento di fondamentale importanza è la prassi di riferimento Uni 102:2021 che si applica ai claim di sostenibilità che coprono le dimensioni sociale, ambientale ed economica.

Il claim etico

Pubblicità, etichette sui prodotti e punti vendita sono sempre più caratterizzati da riferimenti precisi alla sostenibilità. Questo ha spinto l’Iso – international standard organization – a pubblicare la technical specification Iso/Ts 17033: Ethical Claims and supporting information – Principles and Requirements.Etica e consumi

Si tratta di un documento che indica i principi fondamentali e i requisiti che devono governare la formulazione di ogni tipo di claim etico ossia riferito a questioni sociali, di giustizia economica e sostenibilità e, più in generale, relativo a un’implicazione sociale del consumo, ossia una diretta correlazione tra acquisto e positiva ricaduta sociale di esso.

Gli aspetti etici possono includere un’ampia rosa di tematiche sociali, di giustizia economica e di sostenibilità, quali, ad esempio, approvvigionamento locale, commercio equo e benessere animale: un claim etico dichiara gli impegni e/o i risultati raggiunti da un’organizzazione rispetto alle tematiche di cui sopra, esprimendo sia le buone pratiche che il trend di miglioramento.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

css.php

Benvenuto!

Accedi al tuo account

Non sei ancora registrato?