È finlandese la capitale verde europea

Lahti è la cittadina di 120 mila abitanti che ha ricevuto l’European Green Capital Award 2021, un premio assegnato ogni anno dalla Commissione Ue, in base alla valutazione di quattro parametri: qualità dell’aria, gestione dei rifiuti, crescita verde, eco-innovazione e governance

È finlandese la capitale verde europea.

Lahti si trova a cento chilometri a nord di Helkinsi, vicina alla grande regione dei laghi. È sconosciuta ai più, ma ha il grande merito di essere diventata la capitale verde d’Europa, superando in finale Lille e Strasburgo. Un riconoscimento importante, soprattutto per un ex centro industriale. Nel’800 era “città dei carpentieri” madal secondo Dopoguerra vede un’ininterrotta crescita delle industrie, con tutte le immaginabili conseguenze ambientali: il lago Vesijärvi – su cui si affaccia – nel giro di pochi anni era diventato uno dei più inquinati del Paese.

È finlandese la capitale verde europea: inquinamento anni ’70

A partire dagli anni ’70, però, la città ha cambiato completamente rotta: l’amministrazione ha deciso di prendere contromisure, limitando il più possibile gli scarichi, rimuovendo mille tonnellate di immondizia e ripopolando le acque con un milione di pesci. Nel giro di un decennio il lago – a rischio di eutrofizzazione – è ritornato vivo e pulito. Un processo virtuoso che non si è più fermato: negli anni ’90 è stato progettato un nuovo modello di gestione dei rifiuti urbani con un incremento del riciclo passato rapidamente dal 25 al 99 per cento. Nel 2010 il Comune ha investito cento milioni di euro per trasformare radicalmente il volto della città, con la creazione di aree pedonali, piste ciclabili e parcheggi sotterranei. Nel 2019 la cittadina abbandona completamente il carbone per il riscaldamento, grazie alla nuova centrale a bioenergia che utilizza esclusivamente combustibile riciclato e legno locale certificato. Da allora, le emissioni di CO2 sono state abbattute ogni anno di 600 mila tonnellate.

È finlandese la capitale verde europea: la parola al sindaco

È finlandese la capitale verde europea
Pekka Timonen

«Il nostro obiettivo – afferma Pekka Timonen, sindaco di Lahti – è abbattere completamente le emissioni di carbonio entro il 2025 e ridurre quelle di gas serra dell’80 per cento, rispetto al livello del 1990. Vogliamo anche diventare una città a economia circolare e riciclare il cento per cento dei rifiuti entro il 2050. Tra le varie iniziative per raggiungere questi obiettivi, stiamo puntando sulle costruzioni a impatto zero: è stato elaborato un progetto di sviluppo biennale per l’edilizia sostenibile con la messa a punto di una piattaforma per raccogliere le diverse innovazioni messe in campo dalle aziende».

È finlandese la capitale verde europea: il nodo dei trasporti

Anche sul fronte dei trasporti, tutto si muove nel rispetto dell’ecologia. Nonostante le basse temperature invernali – che di certo non invogliano a lasciare l’auto in garage – la promozione della mobilità sostenibile sta ottenendo risultati molto interessanti. Merito anche del progetto “Meno inquino, più vengo premiato”: un sistema incentivante – basato sull’app CitiCap – che permette di calcolare quanta CO2 produce ogni cittadino durante i suoi spostamenti. Chi consuma meno – usando mezzi pubblici, bicicletta o andando a piedi – viene ricompensato dal sistema con denaro virtuale da convertire in voucher per poter avere sconti su prodotti, servizi di consumo, impianti sportivi e trasporti.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome

css.php