Arena del futuro: collaboratori dell’innovazione

L’obiettivo? Ridurre l’inquinamento su tutto il corridoio padano, abbattendo il più possibile le emissioni di anidride carbonica. Quattordici promotori, ciascuno con le proprie competenze, che hanno deciso di mettere in campo tecnologie innovative

Sfoglia la rivista


Gestire l’energia: si parte dalla norma Uni En Iso 50001

L’attenzione all’ambiente - partita da lontano - non ha mai smesso di caratterizzare il gruppo Gewiss. Ultimo traguardo all’orizzonte: ottimizzare l’utilizzo dell’energia nelle proprie sedi di produzione internazionali, anche grazie alle fonti alternative

Innovation technology amica dell’ambiente

Lo sviluppo dell’high tech è un’occasione fondamentale per dare un forte impulso al processo di decarbonizzazione: il digitale infatti, può diventare il più grande alleato della sostenibilità. Lo dimostra l'esperienza raccontata da Atos

Progettazione e transizione ecologica: un binomio inscindibile

Primo obiettivo: riqualificare il patrimonio esistente. Ma c’è un altro tema da non dimenticare: la realizzazione di alleanze più strette con il settore manifatturiero per poter disporre di prodotti che rispondano a logiche di modularità, assemblaggio e disassemblaggio. A questi concetti dà voce Valentina Porceddu, direttrice «Ricerca e sviluppo» dello studio Mario Cucinella Architects

La tutela delle risorse umane

L'esperienza di Quentic per la sostenibilità

Comfort domestico e sostenibilità: un connubio possibile

Come protagonista del settore del comfort domestico, che per ragioni strutturali è tra le maggiori cause di emissioni di gas serra, Vaillant ha deciso di non limitarsi a dare un piccolo contributo, ma di puntare alla riduzione delle proprie emissioni di CO2 del 50% entro il 2030.
css.php